Bargaining with the devil

  • Ognuno di noi è costretto ad affrontare momenti stressanti, difficili, dove il sangue ribollisce e la vista si annebbia, in momenti del genere bisogna fare una scelta, negoziare col proprio nemico, o combattere
  • Viviamo la realtà usando sia l’intuito sia le emozioni come l’approccio analitico e logico, questa dicotomia, questa visione duale della realtà sta alla base del nostro processo evolutivo
  • Entrambi i sistemi sono parte del nostro modo di pensare, ma quando usare uno e quando usare l’altro?

Scopri il libro dell’Episodio >

Trascrizione del podcast

Il capitolo di oggi gira intorno a una domanda- immaginati una situazione tesa, di forte stress, emotivamente coinvolgente, dove hai due possibili soluzioni. Negoziare, o fare la guerra? Trovare un accordo o scontrarsi e combattere. Come facciamo a capire, sapere e analizzare una situazione di questo tipo e prendere la decisione corretta,? Quali sono le caratteristiche che deve avere una determinata situazione per  negoziare o per combattere e scontrarsi?

Definire il nemico

Il libro dal quale prendo spunto si chiama “Bargaining with the Devil” di Robert Mnookin. L’autore offre opinioni soggettive su cosa sia il male e il bene, che a volte possono sembrare superficiali. Tuttavia, emerge una serie di spunti interessanti. Quando parliamo di situazioni di forte stress o di persone crudeli, cattive, di un nemico, come possiamo definirlo? Un nemico ha tre caratteristiche: vuole farci del male, infliggere un danno profondo e grave, e lo fa senza giustificazione o scusa.

Le sfide del conflitto

Quando ci troviamo davanti a un conflitto, dobbiamo considerare il processo decisionale con attenzione. La prima sfida è evitare le trappole emozionali. Sotto stress, la rabbia e il nervosismo possono farci perdere lucidità. La seconda sfida è l’analisi dei costi e benefici delle nostre azioni. Infine, dobbiamo considerare gli aspetti etici e morali delle nostre decisioni. Gli uomini affrontano la realtà usando sia l’intuito che l’approccio analitico. La dicotomia tra questi due sistemi è essenziale per la nostra sopravvivenza.

Intuito vs. analisi

Il sistema intuitivo risponde immediatamente, mentre quello analitico richiede tempo per ponderare la situazione. Entrambi sono parte del nostro pensiero, ma esistono trappole mentali che influenzano le nostre decisioni. Tra queste, il tribalismo, la demonizzazione e la disumanizzazione degli altri. Ad esempio, vedere il mondo come una competizione può portarci a credere che solo uno dei due contendenti possa vincere, creando conflitti distributivi.

Esempi pratici: il caso di Winston Churchill

Uno degli esempi più significativi del libro riguarda Winston Churchill nel 1940. Di fronte alla minaccia di Hitler, Churchill decise di non negoziare. Il suo gabinetto di guerra era composto da cinque persone, ma le personalità chiave erano Halifax, Chamberlain e Churchill stesso. Mentre Halifax e Chamberlain erano favorevoli ai negoziati, Churchill era deciso a combattere. Demonizzare Hitler e invocare l’orgoglio nazionale furono strategie che alla fine portarono Churchill a prendere la decisione giusta, secondo l’autore.

Linee guida per prendere decisioni nei conflitti

Quando ti trovi davanti a una situazione in cui devi decidere se negoziare o combattere, considera queste quattro cose:

Confronta costi e benefici

Fai subito delle domande chiave: chi sono le persone coinvolte e quali sono i loro interessi? Quali alternative esistono alla negoziazione? Quali sono i costi per entrambe le parti?

Chiedi consiglio

Spesso una persona esterna può offrire una visione neutrale della situazione. Churchill aveva Halifax come controparte, che rappresentava l’opinione opposta. Avere qualcuno esterno alla situazione è importantissimo.

Preferisci negoziare

Se costi e benefici sono quasi in equilibrio, dai sempre un leggero vantaggio alla negoziazione piuttosto che al combattimento.

Sii pragmatico

Se rappresenti altre persone, non permettere che l’intuito prenda il controllo. Evita le trappole emozionali e bilancia la situazione con pensieri logici. L’empatia e l’assertività sono essenziali nella negoziazione.

Conclusione

In conclusione, “Bargaining with the Devil” di Robert Mnookin offre preziose lezioni su come affrontare i conflitti. Analizzare costi e benefici, chiedere consiglio, preferire la negoziazione e mantenere un approccio pragmatico sono strategie chiave. Se vi trovate in una situazione di conflitto, speriamo che queste fasi di pensiero vi aiutino a prendere la decisione giusta.

Un saluto e ci risentiamo a ffine mese con un podcast sulla produttività

Impara

Leggi il libro

Una marcia in più per raggiungere i tuoi obiettivi.

Migliora

Parla con Davide.

Effettua il primo passo verso un cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il percorso professionale

con Davide Mastrosimone

Per chiunque desideri acquisire o migliorare abilità specifiche come la vendita, l’uso del linguaggio del corpo, il parlare in pubblico, la gestione delle emozioni, o la creazione di strategie professionali, questo percorso è ideale. Si inizia con una seduta conoscitiva per creare un percorso personalizzato. Successivamente, si passa a quattro sedute pratiche con Davide, per un totale di cinque sedute. Questo approccio permette di tirare fuori il meglio di sé in ambito professionale.

Informazioni sul percorso
Cosa comprende
  • 5 sedute con Davide 
  • Il percorso dura massimo 2 mesi 
  • Una seduta dura 60 minuti
  • Il costo è di 750 euro netti

* Al costo va sommato il 4% di oneri INPS. Il percorso di coaching non è rimborsabile. 

Le tre sedute

con Davide Mastrosimone

Per chiunque stia attraversando un momento difficile e abbia bisogno di un confronto per decidere che strada percorrere o per capire i motivi di certe decisioni prese, questo percorso offre un aiuto concreto. Una singola seduta ha un tempo limitato e serve per conoscersi meglio. Con tre sedute, è possibile comprendere meglio la situazione, pianificare le azioni da intraprendere e iniziare a metterle in pratica. Questo percorso è pensato per offrire il supporto base necessario ed aiutarti a ritrovare la direzione.

Informazioni sul percorso
Cosa comprende
  • 3 sedute con Davide 
  • Il percorso dura massimo 2 mesi 
  • Una seduta dura 60 minuti
  • Il costo è di 280 euro netti

* Al costo va sommato il 4% di oneri INPS. Il percorso di coaching non è rimborsabile. 

I sette colpi di machete

con Davide Mastrosimone

Un percorso completo fatto di 9 sedute da un’ora, l’obiettivo è cambiare la tua identità, l’immagine che hai di te stesso, andare a sostituire alcuni ingranaggi con altri nuovi che ti permettano di riprendere il controllo della tua vita. Il percorso si compone di una seduta conoscitiva, 7 sedute pratiche che toccano 7 diversi strumenti da applicare subito con degli esercizi pratici dedicati alla tua attuale situazione,  infine un’ultima seduta per tirare le somme. Durante il percorso avrai una linea diretta con Davide via mail e due sedute di urgenza di 15 minuti quando necessarie. 

Informazioni sul percorso
Cosa comprende
  • 9 sedute con Davide 
  • Il percorso dura massimo 3 mesi 
  • Una seduta dura 60 minuti
  • Il costo è di 1.500 euro netti

* Al costo va sommato il 4% di oneri INPS. Il percorso di coaching non è rimborsabile.