Quando negoziare, quando combattere


Ognuno di noi è costretto ad affrontare momenti stressanti, difficili, dove il sangue ribollisse e la vista si annebbia, in momenti del genere bisogna fare una scelta, negoziare col proprio nemico, o combattere.

Robert Mnookin ha scritto un testo pieno di esempi di personaggi che nella storia hanno dovuto prendere questa decisione, analizzando queste scelte possiamo tirarne fuori uno schema e usarlo a nostro favore.

Viviamo la realtà usando sia l’intuito sia le emozioni come l’approccio analitico e logico, questa dicotomia, questa visione duale della realtà sta alla base del nostro processo evolutivo.

La gran differenza tra queste due forme di pensiero è la velocità di operazione, il sistema intuitivo risponde nell’immediato, la testata al collega mentre quello analitico ha bisogno di tempo, di ponderare la situazione, di analizzare costi e benefici.

Entrambi i sistemi sono parte del nostro modo di pensare, ma quando usare uno e quando usare l’altro?

Vedremo le trappole emozionali che dobbiamo evitare, le caratteristiche principali di un nemico, un esempio di come Winstone Churchill affrontò durante la seconda guerra mondiale la decisione di negoziare o combattere con Hitler, e infine i 4 fattori da considerare prima di prendere la decisione

NOTE SULL’AUTORE

Robert Mnookin è un professore universitario e avvocato, specializzato in risolvere dispute e grandi e complesse negoziazioni, famoso per essere stato il principale arbitro nel conflitto aziendale durato 7 anni tra l’IBM e la Fujitsu negli anni 80


Link d’interesse

Mnookin su wikipedia

Libro su amazon ( in italiano non mi pare di averlo visto)

Lascia un comento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *